De Chirico e l'arte italiana degli Anni Venti 12/12/2019 - FAI PRENOTAZIONI
Logo FAI Roma

De Chirico e l'arte italiana degli Anni Venti 12/12/2019

Condividi su:
Evento a contributo aperto a tutti De Chirico e l'arte italiana degli Anni Venti 12/12/2019
15,00 € per Iscritti FAI
20,00 € per NON iscritti FAI

a cura di Fabio Benzi

Giorgio de Chirico dalle Muse inquietanti alla Parigi surrealista

Giorgio de Chirico è stato uno dei massimi artisti europei del XX secolo. Dopo aver segnato, con l’invenzione della Metafisica nel 1910, una delle strade maestre dell’arte del XX secolo, gli anni venti rappresentano il vero trionfo internazionale della sua pittura. Ma anche, nella Parigi di Picasso, dei surrealisti e dei classicisti, si inscena un complicato rapporto di forze e di rivalità, in cui de Chirico è protagonista. Tra l’esplicito disprezzo per l’arte dell’Italia fascista, che gli costerà un annoso ostracismo in patria, e una guerra combattuta e vinta (momentaneamente) con i surrealisti, messi in scacco dal suo romanzo-capolavoro Hebdomeros, de Chirico appare in quel decennio all’apice della sua forza creativa: maestro di enigmi fatali e di sanguinose polemiche.

Fabio Benzi è professore ordinario di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara; ha curato per importanti musei numerose mostre in Italia e all’estero. I suoi studi spaziano dall’arte rinascimentale al contemporaneo; in particolare ha scritto su molti aspetti della arte del XX secolo, tra cui monografie sul Futurismo, sulla arte italiana tra le due Guerre, sul Liberty e sul Déco italiano, su artisti come de Chirico, Sironi, Severini, Balla ecc

Verifica Prenotazione Evento
Data Ora Posti Prenotazioni entro
Giovedě,12-12-2019 18:15 h 82 11-12-2019
line