Gran Loggia d’Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori - FAI PRENOTAZIONI
Logo FAI Roma

Gran Loggia d’Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori

Condividi su:
Evento a contributo aperto a tutti Gran Loggia d’Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori
15,00 € per Iscritti FAI
18,00 € per NON iscritti FAI

Una straordinaria occasione per conoscere uno dei luoghi più misteriosi ed affascinanti della nostra città, il palazzo Vitelleschi sede della Gran Loggia d’Italia degli antichi Liberi Accettati Muratori. La sede si trova davanti all’area sacra di Torre Argentina, dove si consumarono le più antiche vicende politiche di Roma, nel Medioevo divenne luogo dei muratori, dove si calcinava pietra per le nuove costruzioni. Il Palazzo sorge nell’isolato che fu sede del Collegio Calasanzio dei Padri delle Scuole Pie. Le Scuole, inaugurate nel 1747, vennero ricordate nelle guide contemporanee con queste parole: “Quando la Fabbrica sarà ridotta intieramente a perfezione, sarà certamente uno dei più magnifici e grandiosi Edifici di Roma”.  Roma fu la prima a rendere possibile un’istruzione primaria universale, grazie a scuole gestite dagli ordini religiosi in generale gratuite. Il collegio Calasanzio era assolutamente gratuito e con un Convitto destinato ai giovani del “secondo ceto civile”. Con la soppressione degli ordini religiosi decretata nel 1810, gli Scolopi perdettero la proprietà dell’edificio che passò ai Vitelleschi-Nobili. Nel 1953 l’edificio fu venduto e subì un intervento massiccio di ristrutturazione con sopraelevazione. La proprietà fu frazionata e adibita a usi civili; il piano nobile fu acquistato e adattato a propria sede dalla Gran Loggia d’Italia dei Liberi Antichi Accettati Muratori nel 1986. La Gran Loggia D’Italia degli A.L.A.M.  Si formò nel 1910 sotto la guida dell’allora Luogotenente Sovrano Gran Commendatore Saverio Fera da un nucleo del Supremo Consiglio di Rito Scozzese Antico ed Accettato che aveva lasciato il Grande Oriente d’Italia. Come ogni altra obbedienza massonica, fu poi soppressa nel 1925 da Mussolini. L’Obbedienza rinacque solo nel 1943 e nel 1965 assunse la denominazione di Gran Loggia d’Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori, inaugurando la sede centrale di Roma, sita in Palazzo Vitelleschi. La Sede, dove si svolgono i Lavori Massonici, quindi chiusa al pubblico, è visitabile con il FAI ed è il risultato della ristrutturazione curata dall’arch. Corrado Sciarrini e voluta dal Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro Luigi Danesin, per segnare il passaggio dell’Obbedienza al nuovo Millennio.

Via di S. Nicola de Cesarini, 3 (Largo Argentina) 

Ingresso e visita a cura dei volontari della Delegazione FAI di Roma

I posti sono limitati. La prenotazione è obbligatoria.

4 turni di visita narrata a partire dalle 17.00 fino alle 20.00, partenze dei gruppi ogni 60 minuti.

Si prega di presentarsi con almeno 20 minuti di anticipo rispetto all’orario di inizio.

Sarà possibile iscriversi al FAI in loco.

I contributi non sono rimborsabili e verranno destinati al perseguimento degli scopi istituzionali del Fondo Ambiente Italiano: l’educazione e l’istruzione della collettività alla difesa dell’ambiente e del patrimonio artistico e monumentale italiano.


Verifica Prenotazione Evento
Data Ora Posti Prenotazioni entro
line