Sean Scully a Villa Panza: Serata a museo chiuso - FAI PRENOTAZIONI
Logo FAI SWISS

Sean Scully a Villa Panza: Serata a museo chiuso

Condividi su:
Evento a contributo aperto a tutti Sean Scully a Villa Panza: Serata a museo chiuso
100,00 CHF per Iscritti FAI
120,00 CHF per NON iscritti FAI

Un artista il cui nome si inscrive negli elenchi più brevi degli short list dei maggiori pittori dei nostri tempi” per Arthur Danto, critico d’arte USA scomparso nel 2013.

 

Nato a Dublino nel 1945, cresciuto nella Londra degli Anni 50 e 60, cittadino USA dal 1975, sposato con la pittrice svizzera Liliana Tomasko, Sean Scully è poeta dell’astrazione e del colore. Riconosciuto a livello mondiale come uno dei maggiori autori oggi viventi della pittura astratta e due volte nominato al Turner Prize, è amatissimo per la sua pittura sontuosa, densa, brillante, scandita da un geometrismo tanto rigoroso quanto emozionale. 

 

Ha dedicato la parte più consistente del proprio lavoro ai suoi emblematici blocchi di colore orizzontali e verticali, alle righe e ai rapporti che innestano. Fin dai primi Changes degli Anni 70, nella sua opera linee di colore si intersecano, creando griglie che intrappolano le sensazioni del pittore. Sempre ispirato dai luoghi che lo accolgono, Scully a New York accantonerà le severe composizioni del periodo londinese in favore a lavori di più ampio respiro. Nella serie Doric (2010-2013) la sperimentazione cromatica si confronterà marcatamente con lo studio degli aspetti architettonici della pittura geometrica, mentre le larghe fasce orizzontali di blu e grigi della successiva serie Landline (2014) paiono librarsi una sull’altra.

 

Influenzato sia dalla letteratura irlandese di Beckett, Joyce e Séamus Heaney, sia dalla pittura dei suoi maestri indiscussi, Malevic e Matisse, Scully a sua volta eserciterà notevole influenza su altri artisti del calibro di Lawrence Carroll, e di Ai Wei Wei suo ex-allievo. Ha in comune con Dan Flavin l’infanzia infelice e l’eredità di un ambiente famigliare segnato dalla religione cattolica e da frustrazione perenne. Non è un caso che mentre le opere di Scully suggeriscono una dimensione poetica, non sfuggono all’esperienza della luce e alla sua rifrangenza. 


FAI-Villa Panza è lieto di documentare il lavoro di un artista di matrice anglosassone che dialoga fluentemente con le opere custodite in permanenza a Biumo, collezionate dal rinomato mecenate Giuseppe Panza, che è stato uno dei rarissimi collezionisti che hanno saputo creare una raccolta di importanza storica già nel momento in cui essa nasceva. Le sue scelte, tutt’altro che scontate quando compiute, hanno rappresentato un punto di riferimento per generazioni di collezionisti e per le raccolte di numerosi musei. 


FAI Swiss vi invita calorosamente alla visita guidata alla mostra di Sean Scully. 
Seguirà una cena all’aria aperta a cura dello stellato ristorante Luce.

 

Alle coppie è riservato un prezzo speciale di CHF 180.

 

Ritrovo alle ore 18:30 a Villa Panza, Piazza Litta 1; 21100 Varese

Verifica Prenotazione Evento
Data Ora Posti Prenotazioni entro
line